Vino Pop

Il vino è molto pop e non solo quando facciamo saltare il tappo. I grandi artisti, infatti, hanno citato e celebrato i vini in diverse occasioni: dal più incisivo Fabrizio De Andrè in “Città vecchia”, passando dalla riflessiva “Barbera e Champagne” di Giorgio Gaber, per arrivare al più goliardico Ligabue in “Lambrusco & popcorn” . E, ancora, gli accenni di Lucio Dalla nelle malinconiche “Un uomo come me” e “Cara”, la tristezza di Francesco Guccini ne ”L’ubriaco” e Paolo Conte che passa da una provocatoria “Snob” ad una romantica “Wanda” fino alla fiabesca “Ludmilla”; brani in cui, a seconda dei casi, si fa solo un breve accenno al vino oppure se ne parla per tutto il testo; in ogni caso, descritto come qualcosa di molto potente, che può cambiare l’umore nel bene e nel male, che può innalzare o affossare lo spirito di un uomo.