“V” come “Vespolina”

La vespolina o ughetta è un vitigno a bacca rossa, che giunge a piena maturazione verso la fine di settembre. Sull’origine del suo nome esistono molte versioni, tra le quali quella che lo attribuisce al fatto che l’uva, essendo leggermente dolce, durante la maturazione dei grappoli attrae le vespe, da qui vespa – vespolina.

La troviamo principalmente, già dal secolo XVIII, in Alto Piemonte, dove è vinificata anche in purezza e nella provincia di Pavia sulle colline dell’Oltrepò Pavese.

I caratteri distintivi della pianta sono la foglia piccola pentagonale, il grappolo abbastanza compatto ed allungato, acino scuro tendente al nero.

Il risultato è un vino dal colore rosso rubino intenso con riflessi violacei e dal profumo intenso, elegante, speziato ricco di note floreali di violetta. Il sapore è fresco ma nello stesso tempo morbido, armonico, con un retrogusto piacevolmente amarognolo e tipicamente speziato.

E ottimo se servito in abbinamento a carni rosse e bianche o  piatti della tradizione novarese