La rosa, splendida alleata

A volte, entrando in un vigneto, si può scorgere una pianta di rose all’inizio di ogni filare. Alcuni sostengono che la rosa possa infondere aroma all’uva, altri sostengono che sia buona cosa avere la regina dei fiori in vigna per una questione di scaramanzia, per altri ancora, invece, si tratta unicamente di una questione estetica, di abbellimento della piantagione.

La rosa è sicuramente profumata, portafortuna e splendida, ma, soprattutto, è un’aiutante del vignaiolo, infatti, mostra per prima i segni di malattie tipiche anche delle viti poiché i parassiti riescono ad attaccarla più facilmente ed essa manifesta subito l’effetto di carenza di minerali e cattiva salute. In questo modo si possono, dunque, prevedere ed anticipare le malattie che colpirebbero, dopo aver infettato il roseto, le piante di uva e intervenire in anticipo su mali come oidio, ragnetti rossi e funghi vari. Non solo un fiore regale, ma, anche utilissimo.