Cin Cin!

Quante volte vi è capitato di dire “Cin Cin!”, in questi giorni? E “Prosit!”? Almeno un centinaio di volte! Ma perché lo diciamo? L’usanza di dire cin cin durante un brindisi deriva dalla lingua cinese: ch’ing significa, infatti, prego, che viene quindi ripetuto due volte come formula affettuosa nei confronti di chi ci sta di fronte; invece, quando diciamo prosit utilizziamo tutt’altra lingua, il latino e, mediante questa parola, auguriamo che il brindisi giovi alla persona con la quale facciamo tintinnare il bicchiere. Insomma, in ogni caso, auguriamo il meglio a chi ci sta di fronte e quale modo migliore di farlo se non assaporando del buon vino Fontechiara insieme?